Gli ambiti di indagine dell’Associazione sono strettamente legati alle competenze specifiche dei suoi iscritti e i suoi fini sono esclusivamente letterari e artistici. Le opere del professore di Oxford sono anche lo spunto per conoscere altre opere letterarie coeve e autori che fecero il suo stesso percorso artistico. L’Associazione è inoltre aperta alla collaborazione con altre organizzazioni che abbiano analoghe finalità presenti in Italia e all’estero.

Letteratura

L’attività dell’Associazione si ispira all’ormai vasta produzione di studi su Tolkien condotti in ambito accademico soprattutto nei Paesi di lingua inglese, senza però trascurare i Paesi più vicini all’Italia, come Germania e Francia. L’associazione intende concentrarsi sull’aspetto più propriamente letterario dell’opera di Tolkien, scrivendo articoli e saggi o favorendo la traduzione di opere critiche di particolare interesse; sul sito verranno pubblicati, inoltre, articoli dei soci o collaboratori e le traduzioni di saggi in lingua straniera scelti tra quelli più significativi disponibili sia in rete che in libri e riviste specializzate. Altro impegno è la recensione periodica di libri e riviste riguardanti Tolkien e gli autori ed i generi a lui affini.
Parallelamente a questa attività, l’AisT organizza eventi culturali che sono l’occasione per riflessioni insieme a ospiti qualificati, per tenere conferenze e presentare il risultato dei propri studi.

Arte

Le opere di Tolkien sono tra le più ricche fonti d’ispirazione moderne, e numerosi sono gli artisti che anche in Italia vi hanno attinto, nel campo dell’illustrazione e della pittura, ma anche della scultura, della creazione digitale, della fotografia, dell’artigianato e di altre espressioni d’arte non convenzionali. Il settore artistico dell’arsT opera per la valorizzazione del loro talento e della loro ricerca, principalmente attraverso l’organizzazione di esposizioni e concorsi e tramite la produzione di pubblicazioni e studi critici, cartacei e digitali.

Fantastika

L’Associazione Italiana Studi Tolkieniani è partner e ha la direzione artistica di Fantastika, evento che si tiene a Dozza, in provincia di Bologna. La manifestazione è dedicata al genere fantastico, a sua volta diviso in sottogeneri: fantascienza, horror, epica, steampunk e fantasy, che nell’uso comune, è quello più legato al fantastico. Per esplorarlo in tutte le sue sfacettature, con una particolare attenzione alle opere di Tolkien e ai più grandi autori di high fantasy, per rimettere ordine in un genere che, a forza di contaminazioni e stravolgimenti sta perdendo di vista gli aspetti educativi. La prima edizione si è svolta il 27-28 settembre 2014, la seconda il 16-17 maggio 2015. FantastikA nasce da un idea dell’attuale coordinatore Ivan Cavini. È organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte con il patrocinio del Comune di Dozza e la partnership di Vari.china.